07 marzo 2010

8 MARZO. ANCORA MIMOSE... SEMPRE MIMOSE UN FIORE CHE CRESCE SPONTANEO BELLO E PROFUMATO COME LE DONNE



di Iva Testa

L ' 8 marzo compie 100 anni.

E' il 1910 a Copenaghen quando 100 donne di 17 paesi decidono di creare una giornata della donna. Ma l'origine dell'8 Marzo risale al 1908, quando un gruppo di operaie di una industria tessile di New York scioperò come forma di protesta contro le terribili condizioni in cui si trovavano a lavorare.

Scoppiò un incendio e 129 operaie chiuse dentro la fabbrica, morirono. Tra di loro vi erano molte immigrate, tra cui anche italiane che, come le altre, cercavano di migliorare la loro condizione di vita. L'8 marzo assunse col tempo un'importanza mondiale, diventando il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli e il punto di partenza per il riscatto della propria dignità.

L'8 Marzo è quindi il ricordo di quella triste giornata.
Non è una "festa" ma piuttosto una ricorrenza da riproporre ogni anno come segno indelebile di quanto accaduto il secolo scorso"

Nel 1946 l'Unione donne italiane organizzò il primo 8 marzo dell'Italia libera e le partecipanti scelsero come simbolo la mimosa...anche perchè erano a disposizione gratis sugli alberi..

Quei fiori gialli e profumati hanno attraversato città..piazze..strade..età...
Maria Laura Rodotà dice di riprendercele..

Forse dovremmo di nuovo esibirle in questo paese misogino...

Le troviamo nelle piazze virtuali..dove vengono scambiate con solidarietà...
Le vediamo in mano alle più giovani...

Forse siamo stanche di sfilare per i nostri diritti.....

Ma l ' 8 marzo non si tocca..
Abbiamo sudato per poter votare, per poter lavorare, per poter avere figli senza ricatti...

Facciamo tutto..tutti i mestieri e lavoriamo più degli uomini...

E manteniamo orgogliose il nostro secolo di lotte e libertà...

1 commento:

molmail ha detto...

I nostri diritti sono sempre in pericolo, bisogna vigilare ed essere unite nella lotta. Se vogliamo, possiamo.
Buon 8 marzo a tutte!
Debora
www.mammeonline.net